Negoziazione assistita

il nuovo istituto giuridico per la risoluzione amichevole di una controversia

Negoziazione assistita

Con il D.L. n.132/2014 nell’ambito del riassetto del processo civile e per la riduzione dell’arretrato giudiziario, oltre alle materie di diritto civile nella sua più ampia accezione, la coppia che consensualmente vuole separarsi o divorziare non dovrà necessariamente rivolgersi al giudice, ma avrà la possibilità di scegliere strade alternative.

Per ovviare alle lungaggini processuali collegate alla presentazione di un ricorso al Tribunale per ottenere la separazione dei coniugi, lo scioglimento e la cessazione degli effettivi civili del matrimonio o la modifica delle condizioni di separazione o divorzio, oggi è possibile attivare la procedura di negoziazione assistita che viene svolta essenzialmente dagli avvocati. Il fine della norma è di stimolare le parti al raggiungimento di una soluzione senza adire l’autorità giudiziaria ma affidando il ruolo di negoziatore all’avvocato.

Annavittoria e Maddalena Devoto, unitamente a Simone Curi e Giuseppe Corbioli sono in grado di offrire assistenza qualificata con una spiccata attenzione e sensibilità alle problematiche dei propri assistiti.

Share by: